Mese: febbraio 2012

Gentile Presidente del Consiglio

Caro Presidente Monti, lavoro in un ufficio pubblico statale da molti anni. Se vuole può chiamarmi fannullone o assenteista, anche se non é vero, tuttavia sono molto attivo quando devo pagare Irpef e accise sulla benzina o quando accetto di congelare anzi surgelare lo stipendio da un bel po’ di tempo. Ma non é per…

SOLIDARIETÀ CON IL POPOLO GRECO

          Su “Repubblica” di oggi, 20/02/2013, Mario Pirani addita come “peggiori d’Europa”, tutti coloro che come noi ritengono il comportamento della Merkel e del suo ministro delle finanze Wolfgang Schaeuble, arrogante e criminale.   Pazienza; saremo tra i peggiori d’Europa, ma non riusciamo a non essere solidali con coloro che l’Europa egemonizzata dalla…

Aiutiamo i fratelli greci

Certo la Grecia non è l’Italia, ma è pur sempre un paese europeo, è stata  la culla della civiltà europea, ha inventato la democrazia, la filosofia , la drammaturgia e forse anche l’allergia. Non possiamo  dimenticare che grazie al sacrificio di tanti antichi greci, i Persiani se la sono presa in saccoccia e hanno dovuto…

FATWA INTEGRALISTA
poeta-blogger rischia la decapitazione

Se tutte le religioni monoteiste sono fondamentalmente illiberali, fasciste, oscurantiste e bigotte, quella islamica è indubbiamente quella rimasta più reazionaria. Ed è importante sottolineare il “rimasta”, perché se in occidente non avessimo avuto l’illuminismo, la “Rivoluzione Francese” e tutto ciò che ne è seguito, anche i cristiani avrebbero continuato a bruciare le streghe in piazza.…

FIGLI DI PAPÁ
Michel Martone e Silvia Deaglio

Michel Martone, viceministro del lavoro e delle politiche sociali, figlio di Antonio Martone, avvocato generale in Cassazione, ex presidente dell’Associazione Nazionale Magistrati. Silvia Deaglio, figlia della ministro fornero é professore associato alla facoltà di Medicina dell’università di Torino dove sono docenti ambedue i suoi genitori. Stessa età e stesso privilegio: essere figli di papà (e…

A SPESE NOSTRE

Volete vedere che faccia ha un imbroglione che vive lautamente a spese nostre? Basta vedere la faccia di Michele Giovine, condannato in primo grado a due anni e otto mesi per aver falsificato le accettazioni di candidatura della lista “Pensionati per Cota” alle elezioni regionali piemontesi del 2010 “taroccando” le firme necessarie. Ma la cosa…