il vertice della CGL si dissocia dalla base
NOI NON CI DISSOCIAMO

   “Il Papa non crede nell’evoluzionismo. La chiesa non si è mai evoluta. Non sopporto che il Vaticano abbia rifiutato i funerali di Welby. Invece non è stato così per Pinochet, per Franco e per uno della banda della Magliana”.
  Queste affermazioni, per altro inconfutabili, di Andrea Rivera, uno dei presentatori del “concertone” per il Primo Maggio di piazza San Giovanni, hanno causato, come era prevedibile, polemiche e prese di distanza.
  Tra le dissociazioni, quelle della CGIL.
  Dal momento che noi aderiamo alla CGIL da moltissimi anni, ci teniamo a sottolineare che la dissociazione dei vertici non è condivisa da tutta la base.
  Noi, ad esempio, ci riconosciamo in pieno nelle parole di Andrea Rivera.
  E dopo un rapido giro di telefonate a nostri altri conoscenti che aderiscono alla CGIL, possiamo affermare di non aver trovato nessuno che sia d’accordo con la dissociazione dei vertici del sindacato.
  Anche la reazione che è venuta dalla piazza, non ci è parsa della stessa opinione dei vertici sindacali.
  Quindi, a meno che la folla di piazza San Giovanni non abbia capito le affermazioni del presentatore ed a meno che tutti gli iscritti alla CGIL da noi conosciuti siano rappresentativi solo di una infima minoranza all’interno del sindacato, sono i vertici sindacali a non essere in sintonia con la base.
  Ma allora, i vertici della CGIL, chi cazzo rappresentano?

  5 comments for “il vertice della CGL si dissocia dalla base
NOI NON CI DISSOCIAMO

Comments are closed.