RAFFAELE LOMBARDO
senza vergogna

Anche se ha dell’incredibile, c’è chi considera normale che ci siano 3129 dipendenti della regione in Lombardia e 19.739 in Sicilia che equivalgono a 27 dipendenti ogni 10.00 abitanti contro i 3 ogni 10.000 della Lombardia!
Se si aggiunge che nonostante questa pletora di dipendenti la burocrazia regionale in Sicilia è più vicina a quella borbonica che a quella europea ci si rende conto di quanto la classe politica siciliana sia corrotta e concentrata nel mantenere il proprio potere grazie ad un clientelismo che ben lungi dal favorire lo sviluppo condanna l’Isola ad una deriva che la avvicina sempre più ai Paesi del “terzo mondo”.
Ebbene, Raffaele Lombardo, presidente della “Regione Siciliana”, che oltre ad uno “stipendio” mensile di 15.683 euro netti ha, fra l’altro, come benefit un appartamento messo a disposizione dalla Regione che lui ha impreziosito con una sauna, si è risentito con la stampa nazionale, che ha sottolineato l’indecenza della classe politica siciliana degna di una satrapia orientale che caratterizza la “Regione Sicilia”, ed ha annunciato che farà causa ai quotidiani “Libero” e “Il Giornale”.
Roba da “commedia all’italiana”. Peccato che ci sia poco da ridere.