mentre a Teheran si impiccava un gay
LA SENATRICE BINETTI VOTAVA CONTRO GLI OMOSESSUALI

Paola Binetti teodem PD    Mentre a Teheran veniva impiccato un gay, a Roma, la senatrice naziteodem Paola Binetti, su indicazione del Vaticano, da cui dipende, ha votato contro una norma, inserita nel maxiemendamento sulla sicurezza, che in accordo con l’articolo 13 del trattato di Amsterdam, vieta ogni tipo di discriminazione fondata “sul sesso, la razza o l’origine etnica, la religione o le convinzioni personali, gli handicap, l’età o le tendenze sessuali“.
  Evidentemente, il Vaticano e la senatrice naziteodem Binetti, hanno la coda di paglia rispetto a tematiche che contengono principi universalmente riconosciuti contro odiose discriminazioni sessuali che spesso vedono coinvolta una Chiesa sempre più omofobica nonostante l’omosessualità sia la forma di sessualità più praticata al suo interno.
   Ovviamente, contro la norma antidiscriminatoria si è schierato, insieme alla destra nazifascista, Andreotti.
   Altrettanto ovviamente, Mastella, ha minacciato la crisi di governo se la norma contro l’omofobia non verrà ritirata prima del passaggio del maxiemendamento a Montecitorio.

  15 comments for “mentre a Teheran si impiccava un gay
LA SENATRICE BINETTI VOTAVA CONTRO GLI OMOSESSUALI

Comments are closed.