Renato Farina
NOME IN CODICE: BETULLA

Farina Libero Sismi Cia
   Gli avranno dato anche la licenza di uccidere come a James Bond?
  Renato Farina, vice direttore del quotidiano di Vittorio Feltri, è stato arruolato dal Sismi. Nome in codice: “Betulla”.
  “Betulla”, in giugno, ha ricevuto dal suo superiore Pio Pomba l’ordine di procurarsi un appuntamento con i pm Milano Armando Spataro e Ferdinando Pomarici che si occupano dell’indagine sulla complicità del Sismi nel rapimento di Abu Omar da parte della Cia.
  All’agente “Betulla” vengono fornite le domande da porre, ed egli, diligentemente esegue.
  Vittorio Feltri, direttore del giornale su cui “Betulla” scrive, si indigna per gli sviluppi dell’inchiesta e indispettito per l’indagine sul suo vicedirettore si dice preoccupato per la libertà di stampa.
  Non fa invece una piega alla notizia che due giornalisti di “Repubblica”, Giuseppe D’Avanzo e Carlo Bonini, sono stati pedinati e controllati nei loro movimenti e nei loro contatti di lavoro da parte di pubblici ufficiali che avrebbero dovuto invece operare a difesa della sicurezza del Paese e dei cittadini.
  Ma D’Avanzo e Bonini, per il direttore di Libero, hanno il grave torto di difendere la legalità democratica. Una legalità che a parere di Feltri, dovrebbe arrestarsi di fronte ai desideri del padrone americano. Che ha dalla sua Dio e che difende la Patria e la Famiglia.

  1 comment for “Renato Farina
NOME IN CODICE: BETULLA

  1. passim
    9 Luglio 2006 at 10:41

    la locandina è bellissima: la Fallaci è co-starring?

Comments are closed.