nessuna fedeltà alla costituzione berlusconiana
NEMICI


   Il piduista Berlusconi Silvio (tessera P2 n. 1816), con la complicità dei neo e post fascisti di Fini, dei nazileghisti di bossi, dei papalini antimodernisti dell’Udc e della Ccd, dei reduci dell’associazione a delinquere craxiana, oltre che, ovviamente, di quelìaccozzaglia di riciclati, venduti e acquistati, complici ed ex dipendenti delle sue imprese, che formano il suo partito di plastica, ha rotto il patto fondamentale che legava tutti i cittadini di questo Paese, ha inferto un colpo mortale a quella Costituzione Repubblicana nata dalla Resistenza che ci ha fatto finora considerare avversari politici coloro che politicamente avevano un “pensiero” diverso dal nostro.
  Colui che è andato al governo grazie al potere mediatico conferitogli da Bettino Craxi, l’ex leader socialista morto in latitanza dopo essere sfuggito alla giustizia italiana, ha posto così un decisivo tassello al disegno autoritario ipotizzato da Gelli Licio, il capo di quella loggia massonica P2 alla quale era iscritta la peggiore feccia degli aspiranti ad una svolta autoritaria nel Paese.
  Il nuovo disegno costituzionale è di parte, non è condiviso, non è stato sottoscritto da tutti gli italiani, quindi non ci impegna tutti.
  La nostra Costituzione resta quella scaturita dalla Resistenza al nazifascismo, ed ai suoi principi restiamo fedeli.
  La loro costituzione, quella scaturita dal disegno piduista di Gelli Licio, dalla “bicchierata” della baita di Lorenzago, dai bassi istinti dei neonazisti della lega, impegna solo loro.
  Coloro che sono scherati con il Cavaliere ed i suoi complici, non li consideriamo più avversari politici, ma nemici.
  Nemici dell’Italia Repubblicana nata dalla resistenza.

  5 comments for “nessuna fedeltà alla costituzione berlusconiana
NEMICI

Comments are closed.