JAMES REILLY
talebano assassino

James Reilly, ministro irlandese alla sanità

James Reilly, ministro irlandese della sanità e talebano cattolico, a fronte della morte di Savita Halappanavar di 31 anni, ammazzata dai medici cattolici dell’ospedale di Galway che le hanno rifiutato l’aborto, si è limitato a dire: “L’Irlanda è un Paese cattolico”.
Anche per James Reilly, evidentemente, come è tipico dei cattolici, la vita di una donna vale meno di quel grumo di cellule che una superstizione di sapore medioevale considera dotato di una entità non definibile denominata “anima”.
Anche per i medici cattolici assassini dell’ospedale di Galway, evidentemente, come è tipico dei cattolici, era più importante un feto che la vita una donna.
Porci assassini i medici cattolici dell’ospedale di Galway e complice degli assassini James Reilly.